come se non bastassero…….

Oggi sui media campeggi la notizia che i parlamentari appartenenti a partiti e del centrodestra e del centrosinistra, fra i tanti benefit, vogliono che nella Buvette del Senato, ci siano i gelati!!!!!!

L’Italia va a rotoli, i problemi della nazione sono assai preoccupanti, e di che cosa si dolgono i nostri Senatori???? Ebbene si!!!! vogliono il GELATO. Da comuni mortali (e aggiungerei da golosi, non solo in tema di gusti alimentari….) devono rinfrescare le loro gole, arse per i  tanti sproloqui  fra gli scanni del Parlamento o, come spesso accade, dando di loro una immagine di “serietà assoluta”, per inveire contro il collega che in quel momento sta presentando una mozione sull’ordine del giorno in discussione.

Ma siamo seri!!  Se proprio han voglia di gelato che lo abbiano ed al più presto; lavorare con questa calura non è cosa da poco e forse, adesso capisco perchè di questi tempi assistiamo a continue crisi politiche, a continui scollamenti (tranne nei casi in cui si deve stare il più possibile aggrappati alla poltrona del potere), a continui blateramenti e soprattutto a continui sonnecchiamenti.

Amici, datevi una mossa! Chi dorme non piglia pesci, altro che gelato.

come se non bastassero…….ultima modifica: 2007-06-08T17:52:38+00:00da magu1955
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “come se non bastassero…….

  1. Se passargli un gelato valesse a far ridurre la crisi politica in italia, io proporrei di mandargli pure una gustosa granita siciliana con brioche.

    Ahimè, anzi ahinoi, non è certo questo surplus a rendere gravosa la spesa dei nostri governatori. Hanno ben altre agevolazioni che fanno meno rumore nell’opinione pubblica, ma non certo meno danno arrecano alle casse dello stato!

  2. risposta per Moticanus:
    E vada per il gelato, la brioche e quant’altro, ma si da il caso che molto spesso , proprio per la “qualità” di vita all’interno del Senato, i senatori restano a casa e, ironia della sorte, i più assenteisti sono quelli che guadagnano di più;
    non hanno spese di trasferimento da e per Roma, ed in più il loro portaborse è quasi sempre un congiunto. A cosa serve il portaborse, se poi non presiedi alle riunioni in parlamento o nelle commissioni?????
    E pensare che fare il Deputato nei tempi andati era un privilegio, ahiloro costellato da costi personali non rimborsati dai governi che si succedevano, ma questo accadeva dopo l’ unità d’Italia del 1870!!!! Altri tempi.

  3. Beh in effetti tutta una serie di privilegi è stata introdotta per rendere questi soggetti meno corrittibile. Cioè non avrebbero avuto bisogno di acceettare “sovvenzioni” private perchè era lo Stato a dargliele in abbondanza. La storia ci insegna che non è stato così. In fondo all’ingordigia non c’è mai fine!

    Ps. Ti ho inserito nei blog che leggo!

I commenti sono chiusi.