a cosa ro strittu

arrivannu o strittu è dda’ ……. a cosa!! ciatta, rannazza e scivulusa. difficili putiri stabbiliri chieca è; cu parra, cu sparra, cu nun ci ni futti nenti propria. cianciu da pupidda ca ci misunu ri supra. stancuno l’uocci sulu a talialla. a figghia maravigghiata, unni avieuno misu, no mentri scivulau, arristanni ppi sempri co culu ‘nterra e i cosci all’autu. … Continua a leggere

na sira ri stati

Il mio caro amico Giovanni ha voluto farmi “dono” di alcune sue poesie, scritte alcune in vernacolo altre nella nostra madrelingua. Qui di seguito ne riporto una scritta il 24 luglio 2006, notte di estate appunto in cui, vuoi per il caldo afoso, vuoi per l’ansia nell’attesa del figlio che tarda a tornare, non si riesce a dormire:     … Continua a leggere